Eventi formativi

Eventi formativi programmati:

  • venerdì 2 e mercoledì 7 dicembre 2022 dalle ore 9 alle 13 corso on line Al servizio del cittadino: comunicazione efficace e gestione dello stress. Docente: Silvia Ortolani, psicologa del lavoro e delle organizzazioni, counselor ed esperta di dinamiche relazionali, di comunicazione efficace e dello sviluppo personale e delle organizzazioni;
  • mercoledì 14 dicembre 2022 dalle ore 9.30 alle 11.30 webinar Il Codice dei contratti - cantiere in corso: novità in attuazione del PNRR. Docente: Antonio Bertelli, consulente ANCI e IFEL, esperto di contrattualistica pubblica.

 

Eventi formativi in fase di programmazione:

  • corso per amministratori comunali sul funzionamento dell'ente locale nei primi mesi del 2023;
  • 4 webinar sugli appalti pubblici nei primi mesi del 2023: Gli appalti sotto soglia: affidamenti diretti, procedure negoziate, procedure aperteGli obblighi di comunicazione, la verifica delle autocertificazioni, l'aggiudicazione dell'appalto, la stipulazione e registrazione del contrattoI requisiti degli operatori economici, le cause d'esclusione e il soccorso istruttorioFocus sugli appalti di servizi;
  • webinar La riforma del Terzo Settore e i rapporti con la Pubblica Amministrazione: la costruzione di un Regolamento per la disciplina dei rapporti collaborativi con il Terzo Settore nei primi mesi del 2023.

 

Per maggiori informazioni sugli eventi formativi scrivere ad acl.formazione@ascolod.it oppure chiamare il numero 0371091090 (int. 3).

In evidenza

Scopri le nostre news

AVVISO CHIUSURA UFFICI

A seguito del DPCM del 10 aprile 2020, in materia di contenimento del contagio da Covid-19, i nostri uffici rimarranno CHIUSI 

I nostri servizi, però, rimangono ATTIVI in quanto abbiamo attivato il telelavoro.

Leggi

Giuseppe Maiocchi nuovo Presidente di ACL

Articolo tratto da "Il Cittadino" di giovedì 12 dicembre 2019

Leggi

Chiamata alle arti nel lodigiano

In Italia c’è un regime fiscale agevolato per chi sostiene la cultura. Si chiama Art bonus ed è un credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni liberali in denaro che i singoli cittadini, le imprese e gli enti non commerciali fanno a favore del patrimonio culturale pubblico.

Leggi